Conosciute anche come yoga strap, le cinghie per praticare questa disciplina si rivelano attrezzi indispensabili per migliorare la pratica, l’esecuzione dei movimenti, oltre che per potenziare e allungare la muscolatura. Ecco alcuni suggerimenti su quali cinghie scegliere, tenuto conto delle specifiche esigenze.

Chi pratica yoga non potrà fare a meno delle cinghie che consentono di allungare maggiormente le posizioni assunte dal proprio corpo, per esempio di mantenere le gambe ben strette. Queste cinghie facilitano anche l’esecuzione dei vari esercizi, perché favoriscono la distensione delle fasce muscolari, quindi migliorano la flessibilità nel complesso, prevenendo il rischio di lesioni.

Oggi in commercio si trovano cinghie per lo yoga di vario tipo, che si rivolgono non solo ai principianti, ma anche ai più esperti. Visto il vasto assortimento, l’acquisto potrebbe rivelarsi piuttosto complicato e mandare in confusione. Ecco perché è molto importante evitare di compiere una scelta frettolosa valutando solo il fattore prezzo o quello estetico.

La prima cosa da considerare è l’uso che si andrà a fare della cinghia. Coloro che praticano diversi sport, ad esempio, potranno trovarsi bene con bande elastiche universali che si possono sfruttare per varie discipline, come pilates, danza, ginnastica e molto altro. Solitamente la resistenza è tarata in base al grado di difficoltà, quindi coloro che sono alle prime armi dovranno spaziare fra le cinghie più leggere e semplici da tirare.

Non mancano inoltre set di cinghie con durezza differente, molto versatili perché si possono adattare al tipo di esercizio e alla propria resistenza fisica, così da accompagnare in modo graduale i progressi che si ottengono nel corso del tempo.

I veri puristi, invece, potranno concentrare la scelta sulle cinghie da yoga provviste di anelli all’estremità, che si possono regolare facilmente in base alla proprie esigenze e al tipo di esercizio che bisogna eseguire. A questo proposito esistono cinghie con lunghezze differenti per assumere posture che coinvolgono gli arti senza alcuna limitazione.

Un occhio di riguardo meritano sicuramente anche i materiali costruttivi che comunque devono essere di elevata qualità, sicuri e confortevoli sulla pelle. Oltre alle cinghie per yoga in lattice, particolarmente elastiche e che assicurano durevolezza nel tempo, non mancano quelle in robusto cotone, ideali per i soggetti allergici, e che offrono il vantaggio di potere essere lavate anche in lavatrice.

La scelta del colore dipende infine dalle proprie preferenze e dal gusto personale. In genere le cinghie per lo yoga si possono abbinare all’abbigliamento e agli altri accessori sportivi che vengono usati durante le sessioni di allenamento.

Migliori cinghie per lo yoga

Una volta chiari i fattori da considerare per compiere una scelta ponderata e in linea con le proprie aspettative, passiamo adesso alla vera e propria guida all’acquisto, considerando le migliori cinghie per lo yoga presenti oggi sul mercato e apprezzate anche per il buon rapporto qualità prezzo.

1. FitFitaly Elastici

Questo set, composto da 5 differenti bande elastiche, permette di eseguire vari esercizi yoga in maniera corretta e di potenziare la muscolatura. Ogni cinghia è studiata per offrire un diverso livello di resistenza, in modo da assicurare massima versatilità sia ai principianti che agli sportivi più esperti, i quali potranno allenarsi in maniera graduale e senza sforzare i muscoli. Realizzate in lattex, queste cinghie si rivelano molto resistenti nel tempo e sicure a contatto sulla pelle.

2. Lotuscrafts

Lotuscrafts è una cinghia yoga realizzata in cotone biologico 100%, molto robusta e morbida sulla pelle. Questo modello, lungo 2,5 m e largo 3,8 cm, è stato appositamente studiato per favorire l’allungamento dei muscoli senza il rischio di lesioni. L’uso costante migliora anche la postura durante le varie asana. All’estremità sono stati inoltre applicati due resistenti anelli a forma di D in acciaio inox per consentire una facile regolazione in base alle specifiche necessità e al tipo di allenamento che bisogna eseguire.

3. Yamkas

Yamkas è una cinghia per yoga realizzata con 100% di cotone , con proprietà antiscivolo, oltre che particolarmente morbida sulla pelle e resistente alle continue trazioni. Lunga 2,4 m, per consentire senza difficoltà l’esecuzione degli esercizi di base, questa cinghia aiuta a intensificare l’allungamento delle gambe, favorisce il naturale stiramento della colonna vertebrale verso l’alto e permette di contrastare l’ingobbimento. Molto semplice anche la regolazione tramite gli anelli metallici che sono stati applicati in maniera salda all’estremità.

4. I-WILL

La cinghia per yoga I-WILL, lunga 330 cm, larga 3,8 cm, di colore verde e realizzata in spandex e cotone, viene consigliata anche per varie discipline sportive, soprattutto per aumentare la flessibilità e la potenza muscolare. I-WIL è ideale per esercizi fisici vari, terapie, riabilitazioni, stretching, pilates, danza, ginnastica, ballo e riscaldamento. Presenta un passante antiscivolo regolabile che si può fissare al punto vita e al piede, rivelandosi in definitiva molto confortevole sulla pelle anche in caso di forte tensione.

5. TOBWOLF

Questa cinghia elastica per yoga migliora la flessibilità, aiuta ad allungare le gambe e le braccia, rafforza i muscoli, favorisce l’equilibrio e la posizione naturale del corpo. TOBWOLF offre inoltre un’eccellente resistenza alla trazione, grande stabilità, mantiene la forma nel tempo, non si strappa o si sfilaccia, rivelandosi adatta anche per allenamenti intensivi e per gli sportivi che cercano una banda duratura nel tempo. Il modello, sicuro sulla pelle e antiscivolo, è provvisto di passanti milti-loop che la rendono comodo da impugnare in maniera salda. Venduta con una borsa per un pratico trasporto fuori casa, TOBWOLF presenta anche un resistente anello a D per una veloce regolazione.

6. Topanke

Topanke è una cinghia per yoga molto pratica e semplice da utilizzare, grazie alla presenza di 8 differenti passanti. Ideale anche per chi si affaccia al mondo dello yoga da poco tempo, Topanke migliora la mobilità e la flessibilità degli arti, prevenendo al contempo il rischio di lesioni e infortuni. Consigliata anche per praticare pilates, ginnastica posturale, danza e fitness, questa cinghia, lunga 90 cm e larga 4 cm, permette di tonificare fianchi, addome, petto, spalle, schiena, tricipiti, bicipiti e cosce. Favorisce inoltre il coordinamento, l’equilibrio e la resistenza, assicurando allenamenti completi e massima durevolezza nel tempo.